Il tuo carrello

Non hai ancora scelto nessun articolo

il sogno di Venezia a casa tua

GIOIELLI

FRAM Collana Blu by ERCOLE MORETTI

COD: 003/FRAM/B

FRAM Collana Blu
by ERCOLE MORETTI
Collana con piastre di murrine sovrapposte, blu e acqua.
Shinobu Ito for Ercole Moretti.

Marchio di origine

n. 003

Lievi differenze sul colore sono tipiche di una lavorazione artigianale e ne costituiscono un pregio
Disponibilità: spedizione in 1/2 settimane
Peso: 300 g
€ 297,00
O

BLUE FRAM

Doppio click sull'immagine per vederla intera

Rimpicciolisci
Ingrandisci

Altre Viste


SPEDIZIONE GRATUITA

La collezione nasce per il progetto "J+I 6 Japanese Designers Collaborate With Italian Artisans" all'interno dell'evento Fuorisalone Sarpi Bridge-Oriental Design Week, tenutosi a Milano. Sei donne designers giapponesi hanno immaginato il vetro, lo hanno tradotto in un progetto e si sono confrontate con i maestri vetrai, dando vita ad una serie di prodotti senza precedenti.

Fram è una collezione di due collane, composta da piastre di murrine sovrapposte e tenute insieme da un piccolo filo di cotone cerato. I blu si alternano romanticamente in questa collana: un mosaico di murrine blu, ne sovrasta uno color acquamare e culmina in una composizione di gradazioni sul tema cromatico principale.

La meraviglia delle designers di fronte alle potenzialità del vetro sarà la meraviglia di ciascuno di fronte alla materializzazione dei loro progetti! SHINOBU ITO - DESIGNER
Si laurea alla Tama Art University di Tokyo e consegue il Master in Design Direction presso la Domus Academy di Milano. Dal 1988 al 1995 lavora in Giappone per CBS SONY occupandosi di design e marketing. In questi anni Shinobu introduce e segue nuovi progetti dimostrando che le sue intuizioni di mercato si traducono in grandi successi di vendita. Dal 1997 attivita’ di consulenti si svolge tra Milano e Tokyo per aziende di fama internazionale. Shinobu ha una vasta esperienza nel campo del design di interni e del mobile. La sua attenzione per I dettagli ed il suo approccio al design tutto al femminile sono aspetti del suo lavoro molto apprezzati dai clienti. Le sue opere, pubblicate ed esposte in tutto il mondo, hanno ricevuto numerosi riconoscimenti come "The Good Design Award 2001" (Japan), e "Premio Compasso d'Oro 2011" (Italy). Alcune di esse fanno parte della collezione permanente del museo di Arte Contemporenea Die Neue Sammlung di Monaco e della Triennale di Milano.

ERCOLE MORETTI & F.lli snc


Ercole Moretti fonda la sua Società nel 1911. Il suo primo, famosissimo, capolavoro è stata la perla chiamata “Rosetta” alla quale è seguita la  cosiddetta “Millefiori”.

La Ercole Moretti ha sempre prediletto la lavorazione a murrina, senza, tuttavia, trascurare altre lavorazioni legate al mondo delle perle: oggi come allora vengono prodotte le perle molate, le perle sommerso, quelle con l'avventurina, le imitazioni di pietre dure.

Frutto della creatività della famiglia Moretti due innovazioni che hanno segnato la storia del vetro di Murano: la prima è stata l'utilizzazione del tubicino di rame al posto del ferro ricoperto di argilla per la costruzione delle perle a lume. La seconda, del 1968, è quella dell'utilizzo di una fettuccina di rame, per creare un cerchio entro cui posizionare una composizione di frammenti di canna murrina. Questa composizione, fusa, molata e lucidata, dava vita ad un disco compatto e assolutamente regolare: nascevano le Murrine.

Dagli anni Novanta accanto ai gioielli da donna, è stata creata una linea di complementi di arredo: si tratta di favolosi piatti di murrine di ispirazione antica.

VETRO “MURRINO” O MOSAICO A CALDO

 

Il mosaico caldo si basa sull'utilizzo della canna vitrea. Questa viene prodotta, solo in alcune fornaci, a seguito di una particolarissima lavorazione. Il maestro preleva, con il ferro da canna, una massa cilindrica di vetro, o “paston”, su cui fonde un secondo quantitativo, minore, la “conzaura” attaccato ad un ferro corto. Lascia, poi, uno dei due ferri nelle mani di un suo assistente e iniziano a camminare in direzioni opposte, depositando il lungo serpente di vetro, che si raffredda velocemente, su delle assi di legno grezzo, collocate sul pavimento.

La regolarità della canna dipende dalla bravura del maestro. Una tipologia particolare di queste canne è quella chiamata millefiori. Si tratta di una canna forata o piena che presenta al suo interno degli strati di vetro di vario colore, concentrici, che, visti in sezione, formano un caratteristico motivo a stella o a fiore lobato.

 

La sua produzione si basa sull'utilizzo di stampi aperti che creano di volta in volta la sagoma a stella o a fiore a ciascun strato di diverso colore. Le canne vengono, poi, tagliate in sezioni e accostate su di un piano orizzontale, metallico e cosparso di fango di barena (curiosamente il fango di barena filtrato è il solo materiale che isola completamente il vetro dalla lastra metallica). Il materiale viene poi cotto all'interno di specifici forni e da qui prelevato mediante la canna da soffio.

 

È questa iniziale composizione a determinare la forma e le dimensioni del vaso, a seconda che si tratti di canne di vetro, di lastre geometriche, di filigrana o di avventurina, e a far sì che ogni prodotto sia assolutamente diverso da un altro.

 

Una volta prelevato dal forno della vetrofusione il materiale, viene raccolto attorno ad un bolo incandescente per poi essere lavorato con le pinze e soffiato fino ad ottenere l'oggetto definitivo.


Progetto sviluppato con il
supporto della Camera
di Commercio di Venezia

logo Camera di commercio
Per offrirti il miglior servizio possibile YourMurano utilizza cookies come previsto dalla Direttiva Europea. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies. Per informazioni clicca qui.