Il tuo carrello

Non hai ancora scelto nessun articolo

il sogno di Venezia a casa tua

ANCIENT ROME - 2 PZ by GAMBARO E TAGLIAPIETRA

COD: 022/1212/1628/R

ANCIENT ROME - 2 PZ
by GAMBARO E TAGLIAPIETRA
Vaso e centrotavola con murrina, che richiamano le linee della tradizone classica dell'Antica Roma.
(H 8,5 - 31cm).

Marchio di origine

n. 022

Lievi differenze sul colore sono tipiche di una lavorazione artigianale e ne costituiscono un pregio
Disponibilità: spedizione in 45/60 giorni
Dimensioni: diametro 17 x H 8.5 cm
Peso: 3.1 Kg

Prezzo Pieno: € 593,00

Prezzo Speciale: € 474,00

O

ANCIENT ROME

Doppio click sull'immagine per vederla intera

Rimpicciolisci
Ingrandisci

Altre Viste


SPEDIZIONE GRATUITA

Questa serie trae la sua forza da una doppia tradizione: il vetro di Murano e l'antica Roma. Proprio come la città di Venezia trae le sue radici nel mondo romano, nel vetro di Murano è sempre stata radicata la vita quotidiana e l'esperienza.

Da queste infinite tradizioni nasce questa straordinaria collezione, in cui le forme tradizionali e classiche della produzione della murrina si fondono per dare vita a questi prodotti incredibili.

Nel vaso la lavorazione particolare delle canne di murrina, allungate portandole quasi al suo estremo, dona quel tocco di novità e di eccentricità che rende il tutto ancora più sensazionale e adatto a qualsiasi tipo di arredo.

Nel centrotavola, invece, la murrina esterna, esaltata dalla combinazione tra rosso e foglia d'oro della superficie interna e dei bordi, è spettacolare: sembra quasi un angolo di uno splendido e prezioso pavimento a mosaico.

GAMBARO & TAGLIAPIETRA Srl

 

La GAMBARO & TAGLIAPIETRA srl MURANO GLASS STUDIO nasce come evoluzione di una storica e assai nota fornace di Murano, la Vetreria Artistica Gambaro & Poggi, fondata da Mario Gambaro e Bruno Poggi nel 1974.

La fabbrica acquisì presto notorietà per la raffinatezza dei prodotti e per la creazione di nuove forme e stili.
La Gambaro & Poggi si distingue per la produzione di oggettistica in vetro artistico ; nell’esaltare le tecniche tipiche del vetro di Murano ha, nel corso degli anni, sperimentato e rinnovato altre tecniche per rendere i suoi oggetti e le sue creazioni sempre attuali e al passo con i tempi.

Proprio in quest’ottica di cambiamento e innovazione, dopo l’uscita del vecchio maestro Mario, la fornace si è trasformata nell’attuale Gambaro & Tagliapietra srl Murano Glass Studio, con l’ingresso nella società, insieme agli eredi di Mario Gambaro, dell’abile e giovane maestro Matteo Tagliapietra per proseguire, rinnovandola, una storia che continua da più di quarant’anni, con la stessa quotidiana passione e volontà.

La Gambaro & Tagliapietra srl fa parte del Consorzio Promovetro, che raccoglie le aziende artigiane leader nella lavorazione tradizionale i cui prodotti sono realizzati interamente a mano e firmati dal maestro Tagliapietra, nel rispetto degli alti standard qualitativi della lavorazione del vetro di Murano. Inoltre è concessionaria, con il codice n. 022, del marchio “Vetro Artistico di Murano”, garanzia che la Regione del Veneto concede solo alle fornaci che producono a Murano.

SOFFIATURA


La soffiatura del vetro, le cui origini vengono collocate tra il I secolo a.C. e il I d.C. In Siria, è una tecnica di lavorazione che ha rivoluzionato la produzione vetraria rendendola molto più veloce.

Si tratta della tecnica che può essere definita “classica” per ciò che riguarda la creazione di oggetti cavi. Può essere a bocca o stampo.

Nel primo caso il maestro, aiutato dai suoi assistenti, modella l'oggetto soffiando attraverso un lungo tubo metallico, la cosiddetta canna da soffio, forato nel senso della lunghezza.

 

Il vetro, prelevato dal centro del forno, viene soffiato e poi modellato con l'utilizzo di una borsella, una pinza di forme e dimensioni diverse a seconda del risultato che si vuole ottenere.

La borsella, infatti, può essere utilizzata per pizzicare l'oggetto, per strozzarlo, per depurarlo dalle imperfezioni, per aprirlo o per dargli una forma precisa. La canna durante il lavoro viene continuamente fatta roteare, in questo modo, infatti, la forza di gravità non può deformare il vetro ancora morbido.

 

La soffiatura a stampo, invece, consiste nella soffiatura del vetro in uno stampo che, a Murano, è di legno di pero. Può essere costituito da due o tre parti incernierate, utilizzato per dare la forma all'oggetto, o da un unico pezzo troncoconico, solitamente in bronzo e ottone, utilizzato per imprimere all'oggetto uno specifico motivo decorativo.


VETRO “MURRINO” O MOSAICO A CALDO

 

Il mosaico caldo si basa sull'utilizzo della canna vitrea. Questa viene prodotta, solo in alcune fornaci, a seguito di una particolarissima lavorazione. Il maestro preleva, con il ferro da canna, una massa cilindrica di vetro, o “paston”, su cui fonde un secondo quantitativo, minore, la “conzaura” attaccato ad un ferro corto. Lascia, poi, uno dei due ferri nelle mani di un suo assistente e iniziano a camminare in direzioni opposte, depositando il lungo serpente di vetro, che si raffredda velocemente, su delle assi di legno grezzo, collocate sul pavimento.

La regolarità della canna dipende dalla bravura del maestro. Una tipologia particolare di queste canne è quella chiamata millefiori. Si tratta di una canna forata o piena che presenta al suo interno degli strati di vetro di vario colore, concentrici, che, visti in sezione, formano un caratteristico motivo a stella o a fiore lobato.

 

La sua produzione si basa sull'utilizzo di stampi aperti che creano di volta in volta la sagoma a stella o a fiore a ciascun strato di diverso colore. Le canne vengono, poi, tagliate in sezioni e accostate su di un piano orizzontale, metallico e cosparso di fango di barena (curiosamente il fango di barena filtrato è il solo materiale che isola completamente il vetro dalla lastra metallica). Il materiale viene poi cotto all'interno di specifici forni e da qui prelevato mediante la canna da soffio.

 

È questa iniziale composizione a determinare la forma e le dimensioni del vaso, a seconda che si tratti di canne di vetro, di lastre geometriche, di filigrana o di avventurina, e a far sì che ogni prodotto sia assolutamente diverso da un altro.

 

Una volta prelevato dal forno della vetrofusione il materiale, viene raccolto attorno ad un bolo incandescente per poi essere lavorato con le pinze e soffiato fino ad ottenere l'oggetto definitivo.


FOGLIA D'ORO O D'ARGENTO


La foglia d'oro o d'argento si presenta come un sottilissimo foglio metallico, quasi impercettibile.

 

Viene conservate in una zona riparata della fornace perché anche il minimo respiro è in grado di farla volar via. Viene sistemata su una superficie piana dal maestro, che la sposta appoggiandosela delicatamente sulle dita.

 

Il maestro, successivamente, vi rotola sopra il bolo incandescente, fino a prelevare questi fogli, che finiscono con l' aderire perfettamente alla superficie.

 

A seguito della soffiatura, i fogli si suddividono in un fittissimo pulviscolo d'oro e d'argento. L' oggetto appare allora cosparso di una polvere dorata e argentata.


Progetto sviluppato con il
supporto della Camera
di Commercio di Venezia

logo Camera di commercio
Per offrirti il miglior servizio possibile YourMurano utilizza cookies come previsto dalla Direttiva Europea. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies. Per informazioni clicca qui.